Con 16 voti favorevoli due astensioni e 7 voti contrari

Nell’ultimo Consiglio Provinciale della Storia delle Provincie, è stato approvato il Bilancio di previsione per il 2014 di un Ente destinato, tra pochi giorni a una profonda trasformazione.

Un atto non dovuto, in questi tempi e modi ma che abbiamo ritenuto sottoporre al Consiglio a garanzia della continuità operativa dell’ente e a tutela del suo personale, attesta serietà e senso di responsabilità dell’Amministrazione che guido, a dispetto delle pasticciate e miopi “riforme” che il Legislatore sta infliggendo alle Province.
Alle opposizioni che parlano di strumentalizzazioni, rispondo che sarebbe stato sufficiente aspettare una settimana per approvare il tutto senza neanche aprire il dibattito.