Dal 2017 triplicato il costo del conferimento in discarica (non all’inceneritore) dei rifiuti. Pagheranno di più cittadini e imprese. E TRM ringrazia

Chiamparino e il centrosinistra aumentano un’altra tassa ai cittadini e alle imprese piemontesi. Dopo aver aumentato l’addizionale IRPEF, le concessioni sulle derivazioni idroelettriche e il bollo auto è l’ora della tassa sui rifiuti.

Nella I Commissione di questa mattina, infatti – commenta il Consigliere Regionale Diego Sozzani – l’assessore Valmaggia ha presentato un nuovo articolo di legge – votato da tutto il centrosinistra – che prevede che dal 1 Gennaio 2017 il costo di conferimento in discarica per i cittadini piemontesi sia triplicato. Non è una catastrofica previsione del sottoscritto e del gruppo di Forza Italia, bensì quanto prevede la relazione allegata all’articolo approvato: “La proiezione del gettito del tributo relativo all’anno 2017, calcolato sulla base dei quantitativi di conferimento in discarica dei rifiuti relativi all’anno 2015, evidenzia un ammontare di 16.118.085 di euro [contro] i 5.358.757 di euro del 2015”.

Ciò significa che per tutti i rifiuti che i Comuni porteranno in discarica vi sarà un aumento del 300% che ricadrà su cittadini e imprese piemontesi. Questo aumento è una diretta conseguenza del Piano dei rifiuti presentato dalla Giunta e votato dal centrosinistra (con il nostro voto contrario) “come strumento per disincentivare il ricorso alla discarica”. E secondo le menti illuminate del centrosinistra dove dovrebbero andare i nostri rifiuti se, pur differenziandoli per oltre il 50% più del 20% viene comunque portato in discarica?  Tale tassa ricadrà su tutti i piemontesi penalizzando maggiormente quelli residenti nei comuni in cui per caratteristiche geografiche, vocazione turistica, frammentarietà delle abitazioni è impossibile fare una raccolta differenziata superiore al 50%.

“Più inquini, più paghi” è il magnificente slogan della Giunta Chiamparino. Ma, chiusi nel loro castello, si rendono conto che per migliaia di cittadini e imprese la tassa sulla raccolta rifiuti è più che triplicata  negli ultimi anni e diventa l’ennesimo balzello che impoverisce i piemontesi? L’altra assurdità e che tale provvedimento non ricade sull’inceneritore del Gerbido creando due Piemonti: uno di serie B che conferisce i rifiuti in discarica e uno di serie A che li conferisce all’inceneritore. TRM ringrazia.

Ora basta. Faremo qualunque azione per cercare di bloccare questo assurdo provvedimento.